17 maggio 2012 – Seravezza – Sestri Levante

La macchia umana RAI.
La macchina umana RAI
“Siamo arrivati a Sestri. Domani si riparte verso casa quindi è tempo di saluti.

E’ stata un’esperienza incredibile. Da casa non si può minimamente capire cosa vuol dire Giro d’Italia. Dei rappporti che nascono, che si cementano. Di quanto si possa crescere professionalmente ed umanamente.

Ho scoperto un mondo nuovo, ma a misura d’uomo. Ho avuto modo di confrontarmi con molti corridori, tecnici, medici, direttori, meccanici. Sono stato felice di aver avuto conferme. Molte conferme, vuol dire che il mio modo di lavorare è buono. Ma ho anche avuto modo di capire cose nuove e crescere attingendo direttamente dal top del mondo della bici. Esperienza che metterò sicuramente a frutto durante i test in studio.

Ora apro la pagina dei ringraziamenti.

Il primo deve andare ovviamente a Davide Cassani. E’ grazie a te e alla tua amicizia che ho potuto fare un’esperienza del genere. Prima del Giro eri un amico, oggi lo sei sicuramente di più. Davide, lo sai, GRAZIE.

Dopodichè proseguo in ordine di apparizione. Auro Bulbarelli. Anche tu sei una persona squisita. I tuoi brindisi per “GATTI” non mi li scorderò più. Essere spesso al tuo fianco è stato sicuramente l’emozione più grossa che potessi avere. Non per sminuire gli altri, ma la tua voce l’ho sempre associata alle imprese di Marco Pantani. Poterti sentire dal vivo, parlarti sarà sempre un motivo di orgoglio.

Francesco Pancani. Grandissimo Panca. Il tuo “buongiorno buongiorno” in redazione mi avvisava che iniziava la giornata. Come fantino puoi solo migliorare, ma come uomo NO. Sei già in altissimo.

Alessandra De Stefano. Mamma mia come sei sempre gentile, disponibile, solare, affettuosa. Devo dirti che mi ha fatto un gran piacere il tuo quotidiano calore.

Antonello Orlando, Gigi Sgarbozza, Silvio Martinello e Beppe Conti. Mi avete fatto sempre morire dal ridere in redazione. Mi veniva difficile concentrarmi al computer o sulla tappa. Grazie.

La macchina umana RAI
Paolo Savoldelli. Veramente una bella persona. Il mio primo giorno, spaesatissimo, sei stato carinissimo ad avvicinarmi per scambiare due chiacchiere. Sei veramente una persona tanto in gamba, non solo per quanto riguarda la bici, nella vita.

Andrea De Luca. Che ricordi i tuoi fuori onda a TGiro. I racconti di corsa, i dietro le quinte.

Pier Giorgio Severini. Grazie, ne abbiamo fatte di chiacchierate sui vini!

Infine voglio ringraziare tutte le decine di persone che lavorano dietro le quinte. Di cui non si sa nulla se non i nomi in rari casi. Loro sono la colonna portante di tutto quanto si vede da casa. Impegnatissimi, indaffarantissimi ma sempre disponibili e gentili.

Primi fra tutti l’esterna Bologna1. Col il mitico “Becca”. Mi sono veramente trovato bene con voi. Ci siamo fatti un sacco di risate a pranzo. Grazie Becca per il tuo primo piano a TGiro per salutarmi. Mi hai, mi avete commosso.

Gli operatori Andrea Rinaldi ed Enzop Leuzzi con il microfonista Roberto. Con voi ho visto come si realizza un servizio. Di km ne abbiamo fatti e sono stato veramente bene.

Infine, la redazione. Carmine, Fabio. Sempre tutti gentili e disponibili. Grazie per le merende quotidiane che mi avete gentilmente offerto.

Sicuramente avrò dimenticato qualcuno in questa pagina, scusatemi, ma sarete sempre nel mio cuore.

Spero il prossimo anno di ripetere l’esperienza. A VOI.”
La macchina umana RAI
La macchina umana RAI

Lascia un commento