Stretching Ginocchia vare: come farlo in modo corretto (VIDEO)

Oggi cominciamo finalmente una serie di esercizi più complessi.

Esercizi che agiscono su di una catena miofasciale intera con l’obiettivo di andare a rinforzare e sbloccare dei muscoli che andranno quindi a svolgere un movimento corretto.

A molti di voi, sarà capitato di incontrare qualche ciclista per strada che pedala con le ginocchia verso l’esterno. Le cause di questa tecnica di pedalata sbagliata possono essere molteplici: sella troppo bassa, pancia troppo prominente che preme sui quadricipiti facendo allargare le gambe, bacino in retroversione, ginocchia in varo, etc.

Viene definito “ginocchio varo”, quando la tibia e il femore non sono perfettamente allineati, ma formano un angolo ottuso verso l’altro ginocchio, questa problematica determina l’aspetto degli arti inferiori a forma di parentesi ( ).

 

Ginocchia vare

 

Questa postura non naturale, comporta un sovraccarico alle ginocchia stesse, le quali non riusciranno a scaricare correttamente il peso del corpo su caviglie e piedi.

Questa postura è di solito abbinata alla supinazione del piede. Ovvero una camminata con il peso scaricato sul bordo esterno del piede.

Un corretto approccio del problema prova a capire le cause a monte. Così da poter capire dove agire sul problema. Noi ci limitiamo ad un approccio muscolare. Ovvero andare a rinforzare maggiormente i muscoli che
hanno il compito opposto: intraruotare gli arti e “raddrizzare” le ginocchia.

La nostra collaboratrice Maria Giovanna, vi mostra un esercizio che potete fare comodamente a casa.

Lascia un commento