Stretching Peroneo: come farlo in modo corretto (VIDEO)

I muscoli peronieri sono composti da due parti: il peroniero lungo ed il peroniero breve.

INSERZIONI
Il peroneo presenta le seguenti inserzioni prossimali:

  • peroniero lungo: testa e due terzi superiori della faccia laterale e del margine posteriore della fibula, fascia crurale, setti intermuscolari anteriore e posteriore;
  • peroniero breve: metà inferiore della faccia laterale e margine anteriore della fibula, setti intermuscolari anteriore e posteriore.

Mentre come inserzione distale ha:

  • peroniero lungo: tuberosità del primo osso metatarsale e cuneiforme mediale;
  • peroniero breve: tuberosità del quinto osso metatarsale.

Peroneo(immagine tratta da “Manuale professionale di stretching” di Umberto Mosca edizioni RED)

AZIONI
Il peroneo ha il compito di flettere, abdurre e pronare il piede.

SINERGICI
I muscoli sinergici, nella flessione plantare sono il tricipite della sura, il flessore lungo delle dita e il tibiale posteriore. Per l’aduzione e la pronazione invece l’estensore lungo delle dita.

ANTAGONISTI
Come muscoli antagonisti invece, per la flessione plantare sono il tibiale anteriore, il flessore lungo delle dita e il lungo dell’alluce. Per l’aduzione e la pronazione invece il tricipite della sura, il tibiale posteriore e i flessori lungo dell’alluce e lungo delle dita.

IN BICI
In caso di una pedalata corretta, senza eccessiva pronazione e torsione della gamba, l’uso del peroneo è limitato sulla bicicletta. Però una buona elasticità è comunque utile ad evitare l’insorgere di una fastidiosissima tendinite. Specie per chi pratica anche la corsa.

Questo muscolo risulta fondamentale nella pedalata e sarebbe buona abitudine svolgere quotidianamente un esercizio di stretching.

La nostra collaboratrice Maria Giovanna, vi mostra un esercizio che potete fare comodamente a casa.

Lascia un commento