Stretching Tensore della fascia lata: come farlo in modo corretto (VIDEO)

Il muscolo tensore della fascia lata è un muscolo appiattito ed allungato che insieme al grande gluteo costituisce lo strato superficiale dei muscoli esterni dell’anca.

INSERZIONI
Il tensore della fascia lata presenza come inserzione prossimale il labbro esterno della cresta iliaca fino alla superficie esterna della spina iliaca anterosuperiore.

Mentre come inserzione distale la faccia anteriore della tuberosità della tibia.

Tensore fascia lata

(immagine tratta da “Manuale professionale di stretching” di Umberto Mosca edizioni RED)

AZIONI
Il tensore della fascia lata abduce, flette ed intraruota la coscia, flette il ginocchio e partecipa all’antiversione e alla stabilizzazione del bacino.

SINERGICI
I muscoli sinergici sono il piriforme, l’otturatore interno e i glutei per l’abduzione.
Lo psoas, il retto del femore e il quadrato dei limbi per l’antiversione del bacino.

ANTAGONISTI
Come muscoli antagonisti invece il sartorio, il piriforme e l’otturatore interno per l’extrarotazione.
Le fibre posteriori del medio gluteo per l’extrarotazione e l’estensione.
Il retto dell’addome, i glutei e gli ischiorcrurali per l’antiversione del bacino.

IN BICI

Sulla bicicletta il tensore della fascia lata è un muscolo che stabilizza il lavoro del bacino e mantiene la corretta rotazione dell’arto in fase di pedalata. E’ un muscolo che se sollecitato in maniera scorretta porta al problema della “bandelletta ileo-tibiale” BIT.

La nostra collaboratrice Maria Giovanna, vi mostra un esercizio che potete fare comodamente a casa.

 

Discussione

  1. sara sorrentino

Lascia un commento